Bonus fiscali tende da sole con detrazione e agevolazioni

I Bonus fiscali  tende da sole sono agevolazioni statali che scadranno il 31 dicembre 2017. Dal primo gennaio 2018 lo sconto fiscale sarà rimodulato, forse quasi dimezzato, riducendosi al 36%. Molti contribuenti italiani hanno usufruito di questa normativa di agevolazione fiscale, ottenendo ottimi e immediati risultati.

BONUS 65% SU TENDE DA SOLE E ALTRE SCHERMATURE SOLARI

Le tende da sole sono qualificate come schermature solari. Quindi le tende da sole sono state individuate come soluzione tecnica in grado di ridurre le notevoli spese energetiche sostenute per il raffreddamento degli edifici. Raffreddamento degli edifici che viene affrontato, normalmente, attraverso l’installazione di condizionatori d’aria.

Bonus fiscali tende da sole

Bonus fiscali tende da sole

Ridurre le emissioni nocive è l’obiettivo, da parte dello stato,  della predisposizione di un bonus fiscale dedicato al contenimento riscaldamento solare, quindi anche tende da sole, che colpisce le vetrate. Lo stesso bonus fiscale, prova a contenere le spese energetiche sostenute dai cittadini. Inoltre cerca di evitare il malessere  percepito dagli occupanti all’interno degli ambienti durante il caldo estivo, che  peggiora di anno in anno.

Le tende da sole proposte da Italtend, sono visibili all’interno dello showroom a Cattolica. Le tende da sole rientrano a pieno nei requisiti descritti dalla normativa per poter accedere all’agevolazione fiscale. Italtend propone anche altre soluzioni idonee a contrastare il surriscaldamento dei locali ad uso abitativo o lavorativo.

Tende da sole per la protezione dei serramenti vetrati

Tende da sole a cappottina, tende a caduta verticale,  tenda alla veneziana e a soffietto, le tende verticali a rullo e quelle con bracci esterni, lamelle Orientabili Bioclimatica.

Detrazione e agevolazioni

Le spese per l’acquisto e la posa in opera delle tende solari incluse le opere edili rientrano nella agevolazione fiscale. Tutte  le operazioni connesse all’intervento e le eventuali prestazioni professionali necessarie fanno parte del bonus fiscale..

La detrazione dalle imposte fiscali del 65% delle spese sostenute – fino a un importo di € 92.000 per unità immobiliare. Tale detrazione può essere utilizzata sia per le nuove installazioni sia per la sostituzione di tendaggi o dispositivi già esistenti.

Tutti i contribuenti, proprietari a qualsiasi titolo di un immobile esistente, con qualsiasi destinazione d’uso, dotati di impianto di condizionamento dell’aria o meno, possono accedere al beneficio fiscale. Si accede semplicemente sostenendo i pagamenti mediante bonifico bancario (utilizzando un apposito modulo dedicato alle opere volte al risparmio energetico degli edifici) e compilando, tramite il sito internet di ENEA, un modulo semplificato da inviare entro 90 giorni dalla fine delle opere.